La Pratica Informale di Mindfulness per i Piedi

Riconnettersi con la Terra: La Pratica Informale di Mindfulness per i Piedi

Ciao a tutti! Oggi voglio parlarvi dell’importanza dei nostri piedi, non solo dal punto di vista fisico, ma anche metafisico. I piedi, spesso trascurati, sono fondamentali per il nostro radicamento e il nostro equilibrio energetico. Nella società moderna, con i suoi ritmi frenetici e le pressioni quotidiane, è facile perdere il contatto con la terra. Questo articolo vi guiderà attraverso la comprensione del ruolo dei piedi nello yoga e vi introdurrà a una pratica informale di mindfulness che potete seguire sul mio canale YouTube.

 Pratica Formale e Informale di Mindfulness

Prima di addentrarci nel tema dei piedi, è utile comprendere la differenza tra pratica formale e informale di mindfulness. La **pratica formale** di mindfulness si riferisce a meditazioni strutturate e programmate, come sedute di meditazione seduta, camminata meditativa e yoga. Queste sessioni sono intenzionali e richiedono un tempo specifico dedicato alla consapevolezza.

La **pratica informale**, invece, consiste nell’integrare la consapevolezza nelle attività quotidiane. Questo può includere portare attenzione al respiro mentre si lavano i piatti, ascoltare i suoni durante una passeggiata o, come vedremo, focalizzarsi sui piedi durante la giornata. La pratica informale è particolarmente potente perché ci permette di vivere con maggiore presenza e consapevolezza in ogni momento.

La Connessione dei Piedi con la Terra

Piedi Doloranti e la Relazione con la Terra

I piedi doloranti, gonfi o anestetizzati riflettono spesso una disconnessione dalla terra e una mancanza di equilibrio energetico. Dal punto di vista metafisico nello yoga, i piedi rappresentano il nostro contatto diretto con la terra. Quando i piedi non stanno bene, il nostro andare avanti può diventare difficile.

La Società Moderna e la Perdita del Contatto con la Terra

Nella società moderna, per vari motivi educativi e sociali, per i ritmi frenetici e spesso disumani, perdiamo il contatto con la terra e le sue energie. Questo può riflettersi nella nostra relazione con il radicamento, l’essere terreni e sentire di appartenere a questo mondo. Sentirsi separati dalla terra, dagli altri e da noi stessi può causare dolore e disagio.

 La Cura dei Piedi per un Radicamento Consapevole

Osservazione Consapevole dei Piedi

L’osservazione consapevole dei piedi e il prendersene cura sono fondamentali. Integrare i piedi nella nostra consapevolezza quotidiana, risvegliarli e nutrirli, può rispondere al bisogno e al desiderio di ritornare alle nostre radici. Attività semplici come camminare scalzi sulla terra o tenere i piedi caldi durante i periodi freddi dell’anno possono fare una grande differenza.

Pratica Informale per i Piedi

Vi invito a esplorare una pratica informale di presenza che potete fare ogni giorno e in vari momenti della giornata. Questa pratica, intitolata **”Stare con i Piedi per Terra: pratica informale”**, è disponibile sul mio canale YouTube. Si tratta di esercizi semplici e accessibili che vi aiuteranno a riconnettervi con i vostri piedi e, attraverso di essi, con la terra.

 Guarda il Video

Per approfondire, vi invito a guardare il video sul mio canale YouTube. In questo video, vi guiderò attraverso una pratica informale che potete fare a casa, al lavoro o ovunque vi troviate. 

Iscrivetevi al mio canale YouTube per restare aggiornati con le pratiche e altre informazioni utili.

Namastè e alla prossima.

Miryam Madhu Blasco

 

Condividi l'articolo

Potrebbe interessarti anche

Ti è piaciuto l'articolo?
Ne abbiamo tanti altri in arrivo! Unisciti alla nostra community e resta aggiornato.

Francesco Lappano

Insegnante Yoga - Danza - Performer - Coreografo

Performer eclettico di formazione pluriennale, coreografo ed insegnante di danza vanta numerose collaborazioni per una carriera ultra-decennale: da Aggiungi un posto a tavola (per il Teatro Brancaccio) a La Febbre del sabato sera (per il Teatro Nuovo di Milano) dal Grand Hotel Chiambretti a Don Bosco il musical (con Marcello Cirillo) inoltre Fame il musical (Austria), Love never dies (Finlandia), Carmen (Saint-Etienne- Francia) ed Pinocchio Reloaded (Teatro degli Arcimboldi). Dottore magistrale in Linguaggi dello Spettacolo del Cinema e dei Media, si perfeziona presso il West Finland College in Finlandia con altri docenti internazionali nelle varie discipline. Per il Cinema, debutta con Raul Ruiz nel film Agathopedia mentre nel 2013 pubblica il suo primo libro “Il bilico. Tra illusione e certezza” vincitore di una menzione speciale al Premio Letterario di Calabria e Lucania. Negli ultimi cinque anni la sua carriera come coreografo ed insegnante di danza lo ha portato ad insegnare e a partecipare come docente e/o giurato a diversi eventi/concorsi/stages in tutta Italia, inoltre il suo interesse per il mondo olistico e dello Yoga in particolare lo porta diventare docente nel 2021. Nel 2019 è insignito del Premio Ausonia.

Autoshaitsu
Maggiori dettagli

L’autoshiatsu é lo shiatsu applicato sul proprio corpo con le proprie mani. È un modo utile per gestire la propria salute. Se lasciamo che lo stress e la stanchezza si accumulino nel nostro corpo, essi finiranno per minare la nostra salute.

Effettuando lo shiatsu su noi stessi acquisiremo la conoscenza del nostro corpo e diventeremo più consapevoli di un problema quando é ancora nella sua fase iniziale, potendo così le adeguate contromisure prim che i sintomi peggiorino.

Danza Orientale Contemporanea
Maggiori dettagli

La danza orientale contemporanea unisce elementi di diverse discipline: le Danze dell’Oriente, la Danza Contemporanea, il Teatrodanza, le Danze in Cerchio e il movimento spontaneo.

Attraverso l’esplorazione delle sensazioni e l’ascolto del corpo la Danza diventa una via per la conoscenza di Sé.

Sviluppo Musicalità
Maggiori dettagli

I Corsi di Musicainfasce® (destinato a bimbi e bimbe dell’età 0 – 36 mesi) e Sviluppomusicalita® (destinato alla fascia 3-6 anni) si basano sui principi della Music Learning Theory di Edwin E. Gordon. La metodologia sull’apprendimento musicale dei piccoli, fondata su più di 50 anni di osservazione, rappresenta il primo e importantissimo passo per iniziare un percorso di apprendimento musicale che porterà il bambino a comprendere e amare la musica. I primi anni di vita del bambino sono i più significativi per lo sviluppo della sua attitudine musicale e costituiscono una finestra di apprendimento irripetibile per l’acquisizione del linguaggio musicale.

Ci incontriamo una volta a settimana in un’atmosfera di distesa e divertita partecipazione per offrire ai piccoli la possibilità di arricchire con la musica il proprio patrimonio espressivo e ai grandi (nel percorso musicainfasce che prevede appunto la presenza di un adulto) l’occasione di imparare brani e attività da riproporre a casa. Imparare divertendosi: la voce cantata, il movimento, l’ascolto, il gioco, l’intonazione, il senso ritmico e la coordinazione motoria costituiranno la base di questo percorso di apprendimento musicale e di benessere. Si lavorerà in piccoli gruppi con il rispetto dei diversi tempi di apprendimento dei singoli bambini e senza spingerli alla prestazione e alla performance.

Insegnante:
Francesca De Rose è Insegnante associata Aigam (associazione associazione ufficialmente riconosciuta in Italia da Gordon per promuovere la MLT.

Musicainfasce
Maggiori dettagli

I Corsi di Musicainfasce® (destinato a bimbi e bimbe dell’età 0 – 36 mesi) e Sviluppomusicalita® (destinato alla fascia 3-6 anni) si basano sui principi della Music Learning Theory di Edwin E. Gordon. La metodologia sull’apprendimento musicale dei piccoli, fondata su più di 50 anni di osservazione, rappresenta il primo e importantissimo passo per iniziare un percorso di apprendimento musicale che porterà il bambino a comprendere e amare la musica. I primi anni di vita del bambino sono i più significativi per lo sviluppo della sua attitudine musicale e costituiscono una finestra di apprendimento irripetibile per l’acquisizione del linguaggio musicale.

Ci incontriamo una volta a settimana in un’atmosfera di distesa e divertita partecipazione per offrire ai piccoli la possibilità di arricchire con la musica il proprio patrimonio espressivo e ai grandi (nel percorso musicainfasce che prevede appunto la presenza di un adulto) l’occasione di imparare brani e attività da riproporre a casa. Imparare divertendosi: la voce cantata, il movimento, l’ascolto, il gioco, l’intonazione, il senso ritmico e la coordinazione motoria costituiranno la base di questo percorso di apprendimento musicale e di benessere. Si lavorerà in piccoli gruppi con il rispetto dei diversi tempi di apprendimento dei singoli bambini e senza spingerli alla prestazione e alla performance.

Insegnante:
Francesca De Rose è Insegnante associata Aigam (associazione associazione ufficialmente riconosciuta in Italia da Gordon per promuovere la MLT.

Chiara Perri

Danza orientale contemporanea

Danzatrice e coreografa, diplomata in danza classica e danza moderna.

La sua curiosità la porta negli anni ad indagare nell’ambito della crescita personale attraverso le tecniche di Meditazione, il movimento spontaneo e lo studio delle danze del mediterraneo(danza orientale flamenco, danze del Sud-Italia). Ha insegnato danza classica, danza orientale e condotto gruppi di crescita personale.

Kapil Pileri

Insegnante - Trainer - Tutor Olocounseling

Facilita il training sulle Dimensioni dell’Essere, quello sul Giudice Interiore e la formazione per l’Intensivo di Consapevolezza: “Chi c’è dentro?”. Offre corsi e sessioni individuali sul giudice interiore, i ritiri “Chi sono Io?” e Satori.

Insegna in molte sedi italiane Biodinamica Cranio-Sacrale , lavora in vari centri di meditazione ed è insegnante nell’Accademia Olistica presso il Villaggio Globale aps. Ha una formazione in PNL (Programmazione Neurolinguistica), in Family Constellation.

E’ Master di Osho Neo Reiki. Fondatore dell’Associazione Culturale MU aps.

La Leggenda

In Cina e soprattutto in Giappone la carpa è il simbolo del coraggio e della perseveranza. Un’antica leggenda cinese racconta di una carpa coraggiosa e perseverante che riuscì a risalire la cascata situata sulla Porta del Drago, lungo il Fiume Giallo, superando ostacoli e spiriti malvagi. Gli dèi, impressionati da tanto coraggio, la trasformarono in un grande drago.

Sotto forma di drago la carpa acquisisce il dono dell’immortalità ed è divenuta il simbolo di chi aspira a compiere grandi imprese e non teme di affrontare le avversità della vita. Questo percorso iniziatico simboleggia il percorso dell’essere umano stesso che, se sviluppa in sé costanza e perseveranza, può emergere dalle bassezze della vita e divenire erudito e cosciente di sé, uomo superiore.

Nella cultura orientale e più nello specifico in quella giapponese, la carpa koi è un animale molto apprezzato e stimato, non solo per la sua bellezza come pesce colorato ma soprattutto per quello che simboleggia ovvero principalmente la perseveranza.  La Carpa Koi è sempre in movimento ed è considerata uno dei pesci con più energia e forza. E’ inoltre in grado di nuotare controcorrente, e ciò viene interpretato sia come una rappresentazione anticonformista , la forza di non seguire la corrente, bensì di seguire la propria via indipendentemente dal resto, che come forza di superare le avversità. Altro importante simbolo rappresentato è il coraggio: la carpa, trovandosi sul tagliere in attesa di essere mutilata ed uccisa, non si muove, ma rimane impassibile, fiera, ricordando l’atteggiamento dei samurai in attesa dell’esecuzione. Tutte queste qualità sono presenti in ognuno di noi, per cambiare la propria vita a volte basta fare il primo passo, se tutto ciò che hai letto risuona in te, registrati gratuitamente sul mio portale, la tua evoluzione inizia da ora, fai il primo passo…

Io sono qui per guidarti in questa meravigliosa avventura Evolutiva.

Namastè.
Miryam

Marco Gottardello

Counselor e Operatore Olistico

Sono laureato in campo politico-economico all’Università di Bologna. Ho studiato economia e politica dello sviluppo specializzandomi nel microcredito e nelle forme più sostenibili di sviluppo sociale e umano. Dopo diverse esperienze di volontariato e ricerca in Francia e in Sudamerica, ho scelto la strada delle discipline bionaturali per dedicarmi al 100% alla mia crescita personale. Brevissimo tempo dopo ho realizzato che quella fosse anche la mia strada professionale e mi sono diplomato come Conunselor Olistico, specializzandomi nell’uso del respiro e del corpo come potenti strumenti di riequilibrio e trasformazione personale non solo sul piano fisico ma anche emotivo, mentale e spirituale.
Esercito la professione dal 2016. Tengo corsi di mindfulness e ritiri di meditazione, ho creato un percorso di counseling interamente online e svolgo sessioni di biodinamica craniosacrale dal vivo.

×

Hai bisogno di aiuto?

×